Menu
Nuovo farmaco 'discioglie' cancro polmoni, senza chemio

Nuovo farmaco 'discioglie' cancro p…

SYDNEY - Un rivoluzionari...

Nuovo malware su Android fa le chiamate a pagamento

Nuovo malware su Android fa le chia…

Ancora una minaccia per i...

Lavoro: più sono i giorni di malattia pagati, meno si ammalano i dipendenti

Lavoro: più sono i giorni di malatt…

È abbastanza lapalissiano...

Facebook lancia lo shopping sulla chat di Messenger

Facebook lancia lo shopping sulla c…

MILANO - Facebook dichiar...

Onu: "Facebook, Twitter e WhatsApp usati dall'Isis per vendere schiave"

Onu: "Facebook, Twitter e What…

Inutile nasconderlo: Face...

Una conversazione simile a quella umana, l'incredibile linguaggio dei delfini

Una conversazione simile a quella u…

Un linguaggio talmente ev...

Incominciare a lavorare prima delle 10 del mattino provoca stress e stanchezza

Incominciare a lavorare prima delle…

In ufficio, mai prima del...

Nella classifica mondiale degli hacker l'Italia è al decimo posto

Nella classifica mondiale degli hac…

I programmatori italiani ...

Scoperto un trojan che si diffonde via Twitter

Scoperto un trojan che si diffonde …

Avanti un altro. E' stato...

Che cosa fare in caso di terremoto

Che cosa fare in caso di terremoto

La Protezione Civile sul ...

Prev Next

Compleanno triste per Twitter: gli utenti non crescono e gli utili latitano

  • Scritto da 
Il sito di microblogging festeggia dieci anni, ma non ha ancora chiuso un bilancio in utile. Più che un social network è una piattaforma di comunicazione, ma resta confinata tra pochi addetti ai lavori: dei 320 milioni di utenti, 254 si trovano negli Usa Il sito di microblogging festeggia dieci anni, ma non ha ancora chiuso un bilancio in utile. Più che un social network è una piattaforma di comunicazione, ma resta confinata tra pochi addetti ai lavori: dei 320 milioni di utenti, 254 si trovano negli Usa

MILANO - Compleanno malinconico per Twitter che lunedì prossimo festeggerà i suoi primi dieci anni, senza - però - aver molti motivi per brindare. Il sito di microblogging naviga in acque difficili e fatica a trovare la sua chiave di volta rimandando da un mese all'altro il punto di svolta. Soprattutto dal punto di vista economico.

Dal 2006 il gruppo non è ancora riuscito a chiudere un bilancio in attivo: nell'ultimo trimestre del 2015 ha registrato 710,5 milioni di dollari di ricavi, in rialzo del 48,3% rispetto ai 479,1 milioni dello stesso periodo dell'anno prima, ma ha perso 90,2 milioni (125,4 milioni nel 2014).

A preoccupare gli addetti ai lavori, però, è soprattutto l'immobilismo degli utenti attivi: tra ottobre e dicembre sono rimasti fermi 320 milioni, come nel trimestre precedente. E ai mercati non è bastata certificare una crescita del 9% su base annua. Così come non ritengono sufficienti le spiegazioni di Jack Dorsey - il co-fondatore tornato alla guida di Twitter in seguito alla fuga di massa dei dirigenti - secondo cui oltre agli utenti regolarmente registrati, almeno 500 milioni di navigatori supplementari gravitano regolarmente sul sito senza registrarsi e almeno un miliardo lo fanno saltuariamente.

D'altra parte Twitter non è proprio un social network, ma è piuttosto un ibrido tra un social network e una piattaforma di comunicazione che mette in circolo informazioni. E così quello che era considerato un punto di forza, rischia ora di trasformarsi in una criticità vista la fatica ad allargare la propria base utenti e il raggio d'azione. Il sito di microblogging si è ritagliato uno spazio importante per la comunicazione politica: i candidati alla Casa Bianca la usano per mettersi in contatto con i loro elettori. Donald Trump praticamente tweetta e respira in simbiosi.

Il mercato, però, resta confinato tra pochi addetti ai lavori. Basti pensare che dei 320 milioni di utenti, 254 si trovano negli Stati Usa e - peggio - il confronto con le altre piattaforme digitali è impietoso: Facebook conta 1,5 miliardi di utenti, Youtube un miliardi, WhatsApp 900 milioni, la cinese QQ 860 milioni, l'altra cinese WeChat 650 milioni e Facebook Messenger 800 milioni. Twitter se la gioca con Instagram che con i suoi 400 milioni di utenti ruba quote di mercato sul fronte delle foto e degli investitori pubblicitari.

Fonte: La Repubblica - Foto: Il Giornale

Torna in alto

Categorie

Documentari

Notizie e Turismo

Seguici su

Informazioni

Grazie per la tua donazione