Menu
Nuovo farmaco 'discioglie' cancro polmoni, senza chemio

Nuovo farmaco 'discioglie' cancro p…

SYDNEY - Un rivoluzionari...

Nuovo malware su Android fa le chiamate a pagamento

Nuovo malware su Android fa le chia…

Ancora una minaccia per i...

Lavoro: più sono i giorni di malattia pagati, meno si ammalano i dipendenti

Lavoro: più sono i giorni di malatt…

È abbastanza lapalissiano...

Facebook lancia lo shopping sulla chat di Messenger

Facebook lancia lo shopping sulla c…

MILANO - Facebook dichiar...

Onu: "Facebook, Twitter e WhatsApp usati dall'Isis per vendere schiave"

Onu: "Facebook, Twitter e What…

Inutile nasconderlo: Face...

Una conversazione simile a quella umana, l'incredibile linguaggio dei delfini

Una conversazione simile a quella u…

Un linguaggio talmente ev...

Incominciare a lavorare prima delle 10 del mattino provoca stress e stanchezza

Incominciare a lavorare prima delle…

In ufficio, mai prima del...

Nella classifica mondiale degli hacker l'Italia è al decimo posto

Nella classifica mondiale degli hac…

I programmatori italiani ...

Scoperto un trojan che si diffonde via Twitter

Scoperto un trojan che si diffonde …

Avanti un altro. E' stato...

Che cosa fare in caso di terremoto

Che cosa fare in caso di terremoto

La Protezione Civile sul ...

Prev Next

La solitudine fa male: influenza i geni e indebolisce le difese immunitarie

  • Scritto da 
Scoperta americana: essere isolati, specie in età anziana, aumenta il rischio di morte. Viceversa gli effetti deleteri sulla salute aumentano di rischio di restare soli nel futuro prossimo Scoperta americana: essere isolati, specie in età anziana, aumenta il rischio di morte. Viceversa gli effetti deleteri sulla salute aumentano di rischio di restare soli nel futuro prossimo

La solitudine, spesso considerata positiva per la riflessione, la creatività, la concentrazione, ha effetti deleteri sulla salute. Indebolisce le difese immunitarie modificando l'attività di geni importanti per il corretto funzionamento delle cellule di difesa. In questo modo le cellule hanno più difficoltà a fronteggiare agenti infettivi e causano processi infiammatori.

Questo è quanto emerge dallo studio condotto da John Cacioppo, psicologo dell'Università di Chicago e pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences. Gli esperimenti sono stati tenuti su macachi messi in isolamento: i primati risultavano più vulnerabili alle malattie infettive.

Essere soli, specie in età anziana, aumenta dunque il rischio di morte. Gli scienziati hanno cercato di spiegare in che modo l'isolamento sociale eserciti i suoi effetti nocivi sulla salute. E' stato analizzato come le cellule immunitarie (leucociti) di persone in condizioni di solitudine presentano un'attività genica alterata a favore di geni pro-infiammatori e a discapito di geni importanti per difenderci da agenti infettivi. Nei leucociti di persone sole, dunque, risultano meno attivi i geni coinvolti nella risposta antivirale. Analizzando la situazione l'anno successivo ai test effettuati sui leucociti, inoltre, i ricercatori  hanno visto che questo indebolimento delle difese immunitarie risulta associata a sua volta a un aumento di rischio di restare in solitudine nel futuro prossimo. Sembrerebbe esistere un doppio legame, quindi, che unisce lo stato di solitudine agli effetti negativi sull'organismo e viceversa.

Il gruppo di esperti proseguirà la ricerca cercando di comprendere se e in che modo gli effetti deleteri della solitudine sulla salute si possano prevenire negli anziani. La scienza, dunque, al servizio non solo della salute e del miglioramento della qualità della vita ma anche di un problema sociale.

Fonte: La Repubblica - Foto: La Mente è Meravigliosa

Torna in alto

Categorie

Documentari

Notizie e Turismo

Seguici su

Informazioni

Grazie per la tua donazione