Menu
Nuovo farmaco 'discioglie' cancro polmoni, senza chemio

Nuovo farmaco 'discioglie' cancro p…

SYDNEY - Un rivoluzionari...

Nuovo malware su Android fa le chiamate a pagamento

Nuovo malware su Android fa le chia…

Ancora una minaccia per i...

Lavoro: più sono i giorni di malattia pagati, meno si ammalano i dipendenti

Lavoro: più sono i giorni di malatt…

È abbastanza lapalissiano...

Facebook lancia lo shopping sulla chat di Messenger

Facebook lancia lo shopping sulla c…

MILANO - Facebook dichiar...

Onu: "Facebook, Twitter e WhatsApp usati dall'Isis per vendere schiave"

Onu: "Facebook, Twitter e What…

Inutile nasconderlo: Face...

Una conversazione simile a quella umana, l'incredibile linguaggio dei delfini

Una conversazione simile a quella u…

Un linguaggio talmente ev...

Incominciare a lavorare prima delle 10 del mattino provoca stress e stanchezza

Incominciare a lavorare prima delle…

In ufficio, mai prima del...

Nella classifica mondiale degli hacker l'Italia è al decimo posto

Nella classifica mondiale degli hac…

I programmatori italiani ...

Scoperto un trojan che si diffonde via Twitter

Scoperto un trojan che si diffonde …

Avanti un altro. E' stato...

Che cosa fare in caso di terremoto

Che cosa fare in caso di terremoto

La Protezione Civile sul ...

Prev Next

Vino, la cantina è a 40 metri sotto il mare

  • Scritto da 
Test in Francia: 120 bottiglie di Bandol al largo di una località segreta della Costa Azzurra. Il risultato tra la fine del 2016 e l'inizio del 2017 Test in Francia: 120 bottiglie di Bandol al largo di una località segreta della Costa Azzurra. Il risultato tra la fine del 2016 e l'inizio del 2017

Il fondo del mare può essere una cantina d'eccellenza per il vino di alta qualità? E' la domanda a cui proverà a rispondere la particolare sperimentazione scientifica enologica avviata in Francia, dove - in una località della Costa Azzurra, al largo di Saint Mandrier - sono state immerse 120 bottiglie di vino del Badol, una terra di grandi vitigni.

La selezione sommersa, di 15 diverse etichette, resterà sott'acqua per 18 mesi e il prezioso contenuto potrà essere degustato (e studiato) solo tra la fine del 2016 e l'inizio del 2017.

Il punto preciso in cui 'riposano' le bottiglie - rosso, bianco e rosé - è ovviamente segreto. Una squadra di sub ha depositato il vino in speciali portabottiglie ancorati alla sabbia a 40 metri di profondità, dove la temperatura è costante, c'è buio completo e, ovviamente, umidità. Le condizioni ideali. Ma restano da verificare gli effetti sul gusto di tutti i fattori del particolare ambiente.

Fonte: La Repubblica - Foto: Linkiesta

Torna in alto

Categorie

Documentari

Notizie e Turismo

Seguici su

Informazioni

Grazie per la tua donazione