Menu
Nuovo farmaco 'discioglie' cancro polmoni, senza chemio

Nuovo farmaco 'discioglie' cancro p…

SYDNEY - Un rivoluzionari...

Nuovo malware su Android fa le chiamate a pagamento

Nuovo malware su Android fa le chia…

Ancora una minaccia per i...

Lavoro: più sono i giorni di malattia pagati, meno si ammalano i dipendenti

Lavoro: più sono i giorni di malatt…

È abbastanza lapalissiano...

Facebook lancia lo shopping sulla chat di Messenger

Facebook lancia lo shopping sulla c…

MILANO - Facebook dichiar...

Onu: "Facebook, Twitter e WhatsApp usati dall'Isis per vendere schiave"

Onu: "Facebook, Twitter e What…

Inutile nasconderlo: Face...

Una conversazione simile a quella umana, l'incredibile linguaggio dei delfini

Una conversazione simile a quella u…

Un linguaggio talmente ev...

Incominciare a lavorare prima delle 10 del mattino provoca stress e stanchezza

Incominciare a lavorare prima delle…

In ufficio, mai prima del...

Nella classifica mondiale degli hacker l'Italia è al decimo posto

Nella classifica mondiale degli hac…

I programmatori italiani ...

Scoperto un trojan che si diffonde via Twitter

Scoperto un trojan che si diffonde …

Avanti un altro. E' stato...

Che cosa fare in caso di terremoto

Che cosa fare in caso di terremoto

La Protezione Civile sul ...

Prev Next

Svizzera, svelato il mistero dei buchi del formaggio Emmental

  • Scritto da 
Il loro numero nel caratteristico formaggio elvetico dipende dalle particelle di fieno che finiscono nei secchi del latte. E negli ultimi tempi sono diminuiti a causa del latte troppo pulito Il loro numero nel caratteristico formaggio elvetico dipende dalle particelle di fieno che finiscono nei secchi del latte. E negli ultimi tempi sono diminuiti a causa del latte troppo pulito

GINEVRA - Una ricerca elvetica ha svelato il mistero dei famosi buchi dell'Emmental, il formaggio svizzero per antonomasia, e il motivo della loro diminuzione: un latte troppo pulito.

L'elemento decisivo per la formazione dei fori sono le microparticelle di fieno che finiscono nel latte, scrive Agroscope, il centro di competenza della Confederazione elvetica per la ricerca agronomica che ha condotto lo studio insieme all'Empa (Laboratorio federale di prova dei materiali e di ricerca). E questo spiega anche perché negli ultimi 10-15 anni i buchi nel formaggio siano diminuiti: con il passaggio dalla mungitura tradizionale nella stalla in recipienti aperti a quella meccanizzata e chiusa, sempre meno particelle di fieno finiscono nei secchi del latte. "Ne deriva che vi siano meno 'germi di buchi' nel formaggio" e quindi meno cavità alla fine, spiega un comunicato.

Scegliendo il dosaggio di microparticelle di fieno chi produce formaggio può in pratica controllare il numero di fori del prodotto. Il mistero dei buchi nel formaggio era già stato oggetto di ricerche e nel 1917 l'americano William Clark aveva pubblicato uno studio sulla formazione dei fori per azione dell'anidride carbonica prodotta da batteri. Ma gli scienziati non avevano determinato la specie di batteri, né quali processi di fermentazione fossero all'origine della formazione di gas nell'Emmental, scrive Agroscope. Inoltre non si sapeva spiegare perché i buchi si formassero in alcuni punti e non in altri. Per il loro studio, i ricercatori svizzeri hanno fatto ricorso a un nuovo metodo di tomografia computerizzata durante una raffinazione di una durata di 130 giorni.

Fonte: La Repubblica - Foto: Lid

Torna in alto

Categorie

Documentari

Notizie e Turismo

Seguici su

Informazioni

Grazie per la tua donazione