Menu
Nuovo farmaco 'discioglie' cancro polmoni, senza chemio

Nuovo farmaco 'discioglie' cancro p…

SYDNEY - Un rivoluzionari...

Nuovo malware su Android fa le chiamate a pagamento

Nuovo malware su Android fa le chia…

Ancora una minaccia per i...

Lavoro: più sono i giorni di malattia pagati, meno si ammalano i dipendenti

Lavoro: più sono i giorni di malatt…

È abbastanza lapalissiano...

Facebook lancia lo shopping sulla chat di Messenger

Facebook lancia lo shopping sulla c…

MILANO - Facebook dichiar...

Onu: "Facebook, Twitter e WhatsApp usati dall'Isis per vendere schiave"

Onu: "Facebook, Twitter e What…

Inutile nasconderlo: Face...

Una conversazione simile a quella umana, l'incredibile linguaggio dei delfini

Una conversazione simile a quella u…

Un linguaggio talmente ev...

Incominciare a lavorare prima delle 10 del mattino provoca stress e stanchezza

Incominciare a lavorare prima delle…

In ufficio, mai prima del...

Nella classifica mondiale degli hacker l'Italia è al decimo posto

Nella classifica mondiale degli hac…

I programmatori italiani ...

Scoperto un trojan che si diffonde via Twitter

Scoperto un trojan che si diffonde …

Avanti un altro. E' stato...

Che cosa fare in caso di terremoto

Che cosa fare in caso di terremoto

La Protezione Civile sul ...

Prev Next

Lo smartphone di lusso costa fino a 100mila euro e parla italiano

  • Scritto da 
Alex Savelli, genovese, ha fondato la sua società nel 2011 con l'obiettivo di produrre telefoni di lusso, realizzati a mano in Svizzera, come un pezzo di alta gioielleria Alex Savelli, genovese, ha fondato la sua società nel 2011 con l'obiettivo di produrre telefoni di lusso, realizzati a mano in Svizzera, come un pezzo di alta gioielleria

MILANO - Uno smartphone prezioso come un gioiello. E preciso come un orologio svizzero. Di più: un smartphone per sole donne. E' l'idea da cui è partito Alex Savelli, classe 1980, genovese di madre inglese, che dopo un master a New York ha fatto il grande salto dal mondo della finanza a quello dell'impresa raccogliendo 9,5 milioni di euro per sviluppare un marchio che oggi porta il suo nome e produce smartphone di lusso, realizzati a mano in Svizzera, come un pezzo di alta gioielleria.

"Nessuno aveva mai fatto uno smartphone focalizzato interamente sulla donna: io ho cercato di mettere insieme il mondo dei cellulari con quello del lusso creando qualcosa di prezioso. Sono convinto però - dice Savelli - che sia in corso un trend importante. Basti pensare ad Apple che sta sviluppando una gamma di orologi di lusso, assumendo persone che vengono da quel mondo, con l'obiettivo di unire la moda con la tecnologia". In quest'ottica basti ricordare che Cupertino ha assunto da Burberry Angela Ahrendts per affidarle la gestione dei suoi negozi: per convincerla le ha dato un bonus d'entrata da 50 milioni di dollari in azioni.

Vertu che produce telefoni di lusso ne ha venduti 400mila in 12 anni incassando 3 miliardi di euro, ma non ha mai dato una connotazione di genere ai propri prodotti. L'idea di Savelli è invece quella di posizionare lo smartphone come un gioiello, un prodotto di lusso. E per questo prevalentemente femminile, prodotto a mano con materiali preziosi, diamanti e una gamma di prezzi che parte da 8mila euro, ma arriva fino 100mila: "Il primo - racconta l'imprenditore - lo abbiamo venduto nel 2013, da Harrods a Londra. Lo ha comprato la moglie del primo ministro dell'Azerbaijan, che ha scelto il modello da 100mila euro".

A dimostrazione che, per quanto di nicchia, un mercato di riferimento già c'è: "Il mio obiettivo - prosegue l'imprenditore - era creare qualcosa di assolutamente unico, mai tentato prima d'ora. Il gioiello di domani, esclusivamente per lei. Un design che introducesse una prospettiva del tutto nuova nel mondo dell'alta gioielleria e del lusso, in un'incessante ricerca nei materiali e nei dettagli, come il vetro zaffiro ultra bombé o  la ceramica high-tech".

I mercati principali sono rivolti verso oriente e gli emirati arabi, ma anche l'Italia è un punto importante con l'orologeria Pisa di Milano: d'altra parte nonostante la crisi, il nostro resta un mercato molto importante per il turismo di lusso così come per l'orologeria. L'Italia è infatti uno dei principali mercati per il settore. E Savelli - con la produzione made in Swiss - cerca di aggredire proprio quella nicchia, trasformando una commodity in un bene di lusso e d'élite.

Fonte: La Repubblica

Torna in alto

Categorie

Documentari

Notizie e Turismo

Seguici su

Informazioni

Grazie per la tua donazione