Menu
Nuovo farmaco 'discioglie' cancro polmoni, senza chemio

Nuovo farmaco 'discioglie' cancro p…

SYDNEY - Un rivoluzionari...

Nuovo malware su Android fa le chiamate a pagamento

Nuovo malware su Android fa le chia…

Ancora una minaccia per i...

Lavoro: più sono i giorni di malattia pagati, meno si ammalano i dipendenti

Lavoro: più sono i giorni di malatt…

È abbastanza lapalissiano...

Facebook lancia lo shopping sulla chat di Messenger

Facebook lancia lo shopping sulla c…

MILANO - Facebook dichiar...

Onu: "Facebook, Twitter e WhatsApp usati dall'Isis per vendere schiave"

Onu: "Facebook, Twitter e What…

Inutile nasconderlo: Face...

Una conversazione simile a quella umana, l'incredibile linguaggio dei delfini

Una conversazione simile a quella u…

Un linguaggio talmente ev...

Incominciare a lavorare prima delle 10 del mattino provoca stress e stanchezza

Incominciare a lavorare prima delle…

In ufficio, mai prima del...

Nella classifica mondiale degli hacker l'Italia è al decimo posto

Nella classifica mondiale degli hac…

I programmatori italiani ...

Scoperto un trojan che si diffonde via Twitter

Scoperto un trojan che si diffonde …

Avanti un altro. E' stato...

Che cosa fare in caso di terremoto

Che cosa fare in caso di terremoto

La Protezione Civile sul ...

Prev Next

Brescia, esplode pennarello: 69enne perde due dita. I carabinieri: "C'era polvere pirica"

  • Scritto da 
L'uomo è stato operato agli Spedali Civili. L'ordigno era in una busta indirizzata al coinquilino. Sulla vicenda - che richiama Unabomber - indagano i carabinieri L'uomo è stato operato agli Spedali Civili. L'ordigno era in una busta indirizzata al coinquilino. Sulla vicenda - che richiama Unabomber - indagano i carabinieri

Ha estratto dalla tasca un pennarello che, appena tolto il tappo, è esploso. La vittima, un pensionato 69enne, ha perso due dita di una mano.

I carabinieri di Brescia stanno indagando sulla vicenda - che richiama alla memoria quella di Unabomber - per scoprire la ragione della presenza di polvere pirica all'interno del pennarello.

L'uomo si trovava nella biblioteca comunale di Rezzato (Brescia) quando ha aperto il pennarello che gli è esploso in mano. Il 69enne ha riferito ai militari di aver trovato il pennarello all'interno di una busta recapitata al suo coinquilino, un altro pensionato.  Nella biblioteca in quel momento non erano presenti altri utenti e i locali non hanno riportato alcun danno anche se, come precisa il Comune di Rezzato in una nota ufficiale pubblicata nel pomeriggio sul suo sito, la struttura poi è stata chiusa per consentire ai carabinieri tutti gli accertamenti del caso. 

Gli inquirenti, spiega inoltre il Comune, hanno escluso qualunque collegamento tra lo scoppio e la biblioteca. Il pennarello infatti è stato trovato dal pensionato, Augusto Piccioli, abitante in paese, nella cassetta postale di casa, portato da lui in biblioteca e aperto per caso davanti al distributore automatico delle vivande. All'uomo sono state amputate due dita della mano sinistra agli Spedali civili di Brescia.

Fonte: La Repubblica - Foto: Edil Net

Torna in alto

Categorie

Documentari

Notizie e Turismo

Seguici su

Informazioni

Grazie per la tua donazione